Cuocere il pesce arrosto

Sicuramente uno dei metodi più semplici (e migliori) per cuocere il pesce è arrostirlo, alla griglia, al forno o in padella.
Tale tecnica non è molto diversa da quella indicata per arrostire la carne. Anche se il pesce, non ha fibre tenaci da ammorbidire.

Cuocerlo, quindi, non richiede tempi eccessivamente lunghi, anche la temperatura necessaria è inferiore a quella utilizzata per cuocere un trancio di manzo o di vitello. Ovviamente, bisogna tenere conto anche delle dimensioni. La regola generale vuole che i pesci piccoli vadano cotti per pochi minuti a 200°, quelli più grossi la temperatura scende a 180° mentre il tempo è più lungo (circa 20 minuti). Questo perché i pesci grossi devono avere il tempo di cuocersi all’interno, ma non devono essere sottoposti a temperature elevate, altrimenti la polpa si asciuga troppo.

Quali sono i pesci adatti?

Quasi tutti i pesci sono adatti ad essere arrostiti. Quelli grossi, possono essere cotti interi o a tranci, mentre quelli piccoli, come le triglie, si possono arrostire freschissimi, senza bisogno di eviscerarli.
Quelli piccolissimi, tipo sarde o alici, possono essere arrostiti in forno, protetti però da una “impanatura” che ne filtra il calore e li rende più saporiti.

Alcuni preferiscono rosolare i pesci in padella, prima di passarli al forno, ma è una questione di scelta. L’importante è che il forno sia preriscaldato a temperatura più elevata di quella indicata per la cottura, che va diminuita dopo i primi 5 o 10 minuti.
Se il pesce è particolarmente grande, per facilitarne la cottura, lo si può incidere sui fianchi con un coltello ben affilato. Se invece si cuociono dei tranci, conviene tenerli fermi legandoli con lo spago da cucina oppure aiutandosi con spiedini e stuzzicadenti.

Durante la cottura ricordatevi di pennellare in continuazione il pesce con il suo fondo di cottura o con un po’ di olio, in modo che la pelle non si secchi e la polpa rimanga morbida. A metà cottura, spruzzate con un po’ di vino bianco o succo di limone.

Se invece, lo arrostite in padella, ricordate di ungere quest’ultima con olio o burro. Questi consigli valgono anche per la cottura alla griglia o alla brace.

Si può anche cuocere il pesce, in forno con erbe e aromi, chiuso in un cartoccio preparato con foglio di carta da forno o alluminio. In questo modo si sfrutta tutto il calore del forno compresa l’umidita all’interno del cartoccio. Il pesce non viene aggredito, e si cuoce in ambiente umido dove gli aromi non si disperdono.

Lascia un commento