Gnocchi dolci

Per 4 persone:

500g di farina
30g di lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
1/4 di latte tiepido
3 uova
1 presa di sale
40g di burro
farina per la pasta
2 litri d’acqua
1 cucchiaio di farina per spolverizzare

mettete due terzi della farina a fontana in una terrina, fatevi un incavo nel mezzo e inseritevi il lievito sbriciolato;
versate 4 cucchiai di latte tiepido e uno di zucchero, mescolate con il lievito e mescolate tutto con un po’ di farina presa dai bordi;
coprite con un tovagliolo e fate lievitare in caldo fino a quando l’impasto sarà raddoppiato, ci vorrà circa un quarto d’ora;
versate quindi sull’impasto il restante latte tiepido, unite le uova e la presa di sale e, mettete il burro a fiocchetti;
incorporate tutto per bene, lavorando dall’esterno verso l’interno e sbattete la pasta fino a far formare delle bollicine, a quel punto unite la farina rimanente e, con le mani infarinate, formate degli gnocchi rotondi non troppo piccoli;
fate lievitare ancora per 30 minuti;
riempite una pentola con acqua (circa un terzo), stendete sopra la pentola un tovagliolo e, fissatelo sul bordo con dello spago, come fosse un tamburo;
fate bollire l’acqua, cospargete il tovagliolo steso con la farina e adagiatevi sopra gli gnocchi; copriteli a loro volta con una terrina, in modo che restino completamente isolati;
fate attenzione che l’acqua bolla in continuazione e lasciate cuocere per 30 minuti a vapore;
dopodiché levateli dal tovaglioo, apriteli con due forchette per far uscire il vapore e servite subito.

Se invece li preferite non dolci, aggiungete all’impasto solo una presa di zucchero invece di un cucchiaio intero e, lessateli con la pentola e l’acqua salata, cuoceteli per 15 minuti, toglieteli con la schiumarola e proseguite come descritto sopra. Quelli salati sono buoni per accompagnare i brasati e il fegato, quelli dolci insieme alla frutta cotta.

La ricetta è davvero divertente da preparare.

Lascia un commento